Lettera del Presidente del 12 marzo

Coronavirus
paul-earle-wVjd0eWNqI8-unsplash

Carissimi genitori,

Visto il DPCM siglato questa notte dal Presidente Conte, è evidente a tutti che almeno sino al 3 aprile p.v. le scuole, come molti altri servizi di pubblica utilità, resteranno chiuse.

Sulla gravità della situazione e la ragionevolezza di questi provvedimenti che nelle ultime settimane si susseguono costringendoci ad una progressiva modificazione delle nostre abitudini ed in qualche modo anche dei modi di pensare, credo che ognuno se ne sia fatta una propria opinione e spero, sinceramente, ci sarà dato modo fra qualche tempo di riparlarne con maggiore serenità.

Ma nel presente, ancora così incerto e in continua evoluzione, occorre gestire l’emergenza in tutte le sue sfaccettature così da porre le condizioni per una, speriamo a breve, ripresa della normalità.

In tale chiave, innanzitutto, ringrazio coloro che hanno accolto il nostro invito a riconoscerci il pagamento della retta.

A quei genitori che hanno esposto le loro difficoltà derivanti dalle contingenze di questa imprevedibile situazione lavorativa e sociale diciamo con tutta la trasparenza necessaria quanto segue.

La nostra associazione di categoria (FISM) ha definito un accordo con le organizzazioni sindacali per l’accesso alla prestazione di Assegno Ordinario erogabile dal Fondo Integrazione Salariale (FIS) utilizzabile per le scuole che hanno più di 15 dipendenti mentre per quelle che hanno meno di 15 dipendenti si aspettano le procedure che verranno emanate dalla Regione Lombardia in attuazione della Cassa Integrazione Guadagni in deroga (CIG). La nostra scuola rientra in questa seconda categoria.

Detto questo, si spera che l’erogazione avvenga in tempi rapidi e per un importo congruo così da poter arrivare ad un conguaglio a posteriori tra i costi fissi ed il ricavo da rette e da cassa integrazione guadagni. 

Nelle more, consentitemi di tornare sull’argomento pagamento della retta che include i servizi di pre e post scuola.

Abbiamo fatto un’attenta analisi dei costi di bilancio per verificare se ci fosse la possibilità di concedere uno sgravio sebbene siamo tutti consapevoli che il totale delle rette pagate dalle famiglie non coprono, abitualmente, integralmente il costo del personale. 

Nel periodo di chiusura della scuola, l’unico risparmio attualmente accertabile è quello relativo al pasto derivante dall’impiego di derrate, gas e luce, mentre il costo del personale permane (fatto salvo il futuro contributo CIG).

Tale costo è quantificabile in 10 euro alla settimana (pari al costo di due euro al giorno) che potrete scontare sulla retta del mese di marzo (che comprende i 22 giorni di marzo e i 3 giorni di fine febbraio). 

Nell’attuale quadro di indeterminatezza circa i tempi di erogazione e quantificazione di possibili sostegni economici da parte del Governo, è questo l’unico elemento in cui possiamo da subito impegnarci. Per le rette dei mesi futuri vediamo come evolve la situazione, rimanendo aperti e disponibili per ogni possibile ulteriore adeguamento.

Nel frattempo, non posso far altro che tornare a chiedervi di provvedere al pagamento di quanto richiesto perché, come da Regolamento a vostre mani, la retta stabilita è mensile e i servizi “pre e post” scuola sono garantiti tutto l’anno con l’assunzione di personale dedicato, più un prolungamento d’orario al personale già in servizio.

In mancanza del contributo economico costituito dalle rette, viene compromessa la prosecuzione dell’attività scolastica e l’indispensabile continuità educativa famiglia-scuola. 

Per le famiglie che usufruiscono dei laboratori di Musica e/o di Inglese, rimane temporaneamente sospeso il pagamento della quota. Ci riserviamo di ridefinire il calendario delle attività labotariali in base alle indicazioni della riapertura della scuola da parte del ministero.

Per chi avesse già effettuato il pagamento della retta, sarà nostra premura nel prossimo pagamento calcolare la compensazione.

Quindi, nel ribadire la disponibilità a verificare caso per caso le vostre necessità, vi ringrazio per aver dato fiducia alla scuola e per il vostro impegno a consentirle di procedere nel suo impegno educativo.

Il Presidente
(Claudio Antonio Finotto)

La lettera firmata è scaricabile a questo link.

Torna su